Il linguaggio sottile del cane

“I Segnali Calmanti”

“Calming Signals”

Segnali Calmanti- Stefano Pesci Istruttore Eductaore Cinofilo Comportamentale

 

I cani hanno un linguaggio sottile: sono i segnali calmanti(in inglese calming signals)che fanno parte del linguaggio universale di tutti i cani del mondo, anche i lupi li hanno, come anche altri animali es. cavalli, gatti.

Sono utilizzati dai cani per pacificare, prevenire e risolvere conflitti sociali con persone, cani, e altri animali.

Il segnale calmante del cane in inglese è Calming Signal mentre al plurale è Calming Signals

I cani li usano anche per calmare se stessi quando sono a disagio o sotto stress, per esprimere uno stato d’animo, uno stato emozionale e anche per calmare persone, cani o altri animali che possono essere arrabbiati, insicuri, o impauriti.

 

L’abilità innata del cane a comunicare viene facilmente persa  oppure rafforzata dalle esperienze di vita.

Turid Rugaas

 

I Segnali Calmanti o Calming Signals sono una scoperta straordinaria di Turid Rugaas la mia maestra, che ha rivoluzionato tutta la cinofilia.

 

Sono fra i pochissimi insegnanti italiani istruiti formati direttamente da Turid Rugaas e ne vado fiero.

Stefano Pesci

 

I cani sono animali sociali, animali di branco, che hanno un loro preciso linguaggio  per comunicare fra loro.

I Segnali Calmanti sono rapidi  immediati, si presentano subito appena accade qualcosa.

I cani li usano al momento che c’è qualcosa che accade, una situazione, un gesto , un  movimento, un azione di altri(persone, cani, animali)che va calmata subito o per calmare loro stessi.

I cani “parlano” proprio come noi.

 

I cani che non danno segnali appropriati possono essere causa di problemi.

Turid Rugaas

 

Quali cani hanno i segnali calmanti ?

I lupi li hanno e i cani li hanno ereditati.

Tutti i cani meticci, incroci, di razza, di qualsiasi taglia o colore possiedono i segnali calmanti, questo è fantastico poiché consente a tutti i cani del mondo di comunicare .

 

I segnali calmanti sono un linguaggio universale del cane.

Turid Rugaas

 

Tutti i segnali del cane servono ma i più importanti fra i segnali del linguaggio dei cani sono proprio i segnali calmanti.

I cani possiedono sia i segnali di calma che i segnali di minaccia e sta a noi scegliere come comportarci se in modo amichevole o minaccioso. La scelta avrà conseguenze nella nostra relazione con il cane.

 

I segnali calmanti nel cane ad  oggi ne sono stati scoperti una trentina.

Turid Rugaas

 

Vediamone insieme alcuni:

Girare la testa

E’ un movimento veloce della testa da un lato o dall’altro, oppure la testa può rimanere di lato
per un po’. E’ frequente quando un altro cane si avvicina, e serve a dire all’altro di calmarsi; forse l’altro è arrivato troppo velocemente e in modo diretto invece che curvando.
Se ci si piega in avanti sul cane è probabile che lui giri la testa di lato.

Leccarsi il naso

E’ un rapido movimento della lingua, tanto veloce che a volte è difficile da cogliere. E’ frequente nell’approccio tra due cani. Lui potrebbe leccarsi il naso quando ti chini sopra o lo abbracci forte, quando ti abbassi per afferrarlo o gli parli con tono irritato.

Sbadigliare

Sbadigliare è forse il più intrigante dei segnali ed è anche comodo da usare per noi.
Andare dal veterinario, un litigio in famiglia, tenerlo troppo stretto, il bimbo che lo abbraccia, e milioni di altre situazioni che mettono a disagio il cane, evocano lo sbadiglio.
Se il tuo cane si sente insicuro, un po’ impaurito, stressato, preoccupato, o quando vuoi calmarlo un po’, sbadiglia vistosamente e vedrai che funziona.

I Segnali Calmanti sono un segnale, un messaggio esterno collegato al “sentire interno”del cane.

Stefano Pesci

Immobilizzarsi

Allorché un cane molto più grande si avvicina troppo e comincia ad annusarlo dappertutto, l’altro si immobilizza, non importa la posizione: in piedi, seduto o sdraiato, senza muovere
un muscolo.

Sedersi

Sedersi dando le spalle o il solo sedersi sono segnali di calma.
Il tuo cane potrebbe sedersi se un altro cane lo mette a disagio o quando tu lo chiami strillando. Anche tu lo puoi usare. Quando il tuo cane è stressato e non riesce a rilassarsi, siediti. Fa’ sedere i tuoi ospiti se hai un cane che è un po’ diffidente con gli estranei.

Tutti con un pò di pratica possono riuscire a vedere i segnali calmanti nel proprio cane. E’ un primo passo per iniziare a comprendere meglio il tuo cane.

Stefano Pesci

Imparare a leggere il cane attraverso i Segnali Calmanti (Calming Signals) ottimizza la comunicazione e la percezione delle persone/proprietari di ciò che sta accadendo in quel momento fra “cani e cani “o “cani e persone” o “cani e animali”.

Tuttavia per diventare un Esperto nella lettura, nell’interpretazione PROFONDA dei segnali calmanti del cane, in quel contesto, collegati alla personalità, alle emozioni, agli stati d’animo del cane richiede molti anni di pratica, studio, osservazione, esperienza, come nel mio caso.

Per ben osservare bisogna avere”ben chiaro”cosa si vuole vedere nel cane.

Stefano Pesci

I Segnali Calmanti, sono un messaggio del “linguaggio sottile” del cane, che va“saputo ben interpretare” “decodificare” in relazione al cane, a quanto sta accadendo in quell’esatto momento, a chi è presente, e al contesto( la situazione).

 

❤️🙏🐾🐾🐾

Stefano Pesci

Istruttore Educatore Cinofilo Comportamentale

Esperto Riconoscitore dei Micro segnali Linguaggio Emozioni Comportamento Stress Benessere del cane della Relazione persona cane

Ideatore del “Metodo Togetherdog”

 

Potrebbe interessarti leggere: